Articoli

Banda Jorona

Dalla malavita romana al folk d'autore

“BandaJorona ha compiuto un evidente salto di qualità: nella ricerca musicologica, negli arrangiamenti molto curati ma privi di leziosità, nella stesura di canzoni originali all’altezza delle riletture di tradizionali che acquistano inedita brillantezza e nella scelta di funzionali e illustri ospiti.” (Mucchio Selvaggio) 

“Nel nuovo disco della BandaJorona la cultura popolare domina e incanta. Un disco tradizionale e moderno allo stesso tempo: brani del passato sono posti al fianco di composizioni originali, per un lavoro prettamente acustico, ma dotato di forza espressiva notevole.” (Corriere della sera) 

“Questo nuovo album è come uno scrigno: aprendolo vi si trovano quattordici stupende tracce. Un disco prettamente acustico, suonato da musicisti eccellenti e impreziosito da un pugno di ospiti straordinari; ma a giganteggiare è la voce potente della Jorona Bianca Giovannini, autentica erede delle migliori cantanti che la cultura romanesca abbia espresso.” (Rai Radio2, Twilight) 

Mettece sopra, divertente album di questa banda che ricama su Gabriella Ferri come i Pogues graffiavano gli acquerelli dei Dubliners.” (Internazionale) 

“Il vinile antologico Mamma Roma addio, pubblicato da Goodfellas in occasione del Record Store Day 2012, ha celebrato Ardecore, Il Muro del Canto e BandaJorona quale sacra Trimurti della canzone romana del nuovo millennio” (Blow-up) 

Mettece sopra, un viaggio a tinte forti attraverso le mille sfaccettature della capitale.” (Martemagazine) 

“Se il primo lavoro Romana raccontava le storie d’amore, carcere e coltello, dei classici della musica romana, con Mettece Sopra BandaJorona, attraverso un’attenta ricerca musicologica e una potenza espressiva dal linguaggio più che mai vitale, ci restituisce una fotografia della Roma di oggi. Lavoro solido, ricco di partecipazioni e invenzioni linguistiche” (Slowcult).

Approfondimenti: